GEOTERMIA E RECUPERO ENERGETICO PER UN’ AZIENDA MANIFATTURIERA NEL VERCELLESE

 

IL CLIENTE


Una storica azienda piemontese specializzata nello stampaggio a freddo di elementi di fissaggio, alla cui crescita ha particolarmente contribuito la costante ricerca di efficienza, innovazione tecnologica e soluzioni impiantistiche  all’avanguardia, ci ha incaricato di sviluppare il progetto  di climatizzazione della nuova unità produttiva in provincia di Vercelli, realizzando un impianto che  privilegia la qualità e la funzionalità dei componenti, l’uso di energie rinnovabili (geotermia a bassa entapia) e il recupero di energie termiche di processo normalmente dissipate.

 

 

Sono stati così raggiunti importanti obiettivi di risparmio energetico, di autonomia dai combustibili fossili e, non per ultimo, di rispetto ambientale con la realizzazione di uno stabilimento le cui uniche  emissioni  sono quelle (controllate) del processo produttivo.

 

 

Impianto

Il progetto è stato sviluppato e realizzato da Geonovis con la collaborazione dello Studio Ing. Claudio Riva S.r.L., che ha curato l’impianto di distribuzione.

 

La soluzione adottata a servizio dello stabilimento di nuova costruzione (6000 mq di area produttiva e 700 mq di uffici) per  il riscaldamento ed il raffrescamento estivo è stata quella di ottimizzare il più possibile il recupero di calore generato dalla sala compressori, in grado di fornire una potenza massima di 210 kW termici, integrando, ove necessario, la tecnologia geotermica a bassa entalpia, attingendo energia termica in parte direttamente dalla falda freatica e in parte da acqua preriscaldata mediante recupero di calore dalle fasi produttive: questa soluzione è apparsa particolarmente interessante proprio per l’entità del recupero ottenibile.

 

 

 

A questo proposito, a livello tecnico e geologico sono presenti tutte le migliori condizioni  per prediligere una soluzione geotermica. In particolare un impianto a circuito aperto, acqua/acqua, è senza dubbio la tipologia che meglio soddisfa le variabili in esame. L’acqua di prima falda è infatti una risorsa rinnovabile peculiare dell’area in cui sorge lo stabilimento, con temperatura costante a 14 °C tutto l’anno.

 

Il dimensionamento dell’impianto geotermico è stato eseguito per soddisfare lo start-up dell’impianto, pertanto è in grado di garantire il fabbisogno termico complessivo dell’impianto anche senza una contemporanea attività produttiva. A seguito dell’avvio dei compressori, ad esempio ad inizio della settimana lavorativa, sarà in ogni caso garantita una quota crescente di potenza termica recuperata, consentendo quindi la graduale riduzione della potenza fornita dall’impianto geotermico.  

 

 

Dalle analisi effettuate risulta che il recupero termico totale ottenuto è circa pari a 3.200 kWh/giorno.

 

 

 

Il cuore dell’impianto geotermico è costituito da 2 pompe di calore a doppio compressore. Tale aspetto garantisce una modularità della potenza erogata in modo da soddisfare la richiesta termica in base alle reali necessità dell'edificio.

 

 

 

 

 

 

VAI ALLE ALTRE INSTALLAZIONI INDUSTRIALI

 

 

GEONOVIS srl © 2010 - Tutti i diritti riservati - S.S. 11 Km. 46,500 13040 Borgo D’Ale (VC) P. IVA 02440060024